La Santa Messa e l’Eucarestia


Messaggio di Gesù su:

MCC3-89

Giovedì 7 maggio 1998 – n°89

Gesù Cristo ti detta: ti benedico. OnoraMi venendo alla santa Messa ogni giorno, se puoi. Il Mio Amore è così forte per te che vuole darsi interamente ogni giorno. Impara a conoscere la Messa: è il luogo della santificazione delle anime, il luogo in cui riverso grazie abbondanti. Vieni nella fede.

Poche anime Mi danno il loro cuore durante la santa Messa. Non Mi guardano. E tuttavia la liturgia è lì per insegnarvi a guardarMi. Ma voi guardate un Dio morto poiché non avete la fede; allora divenite tiepidi e vi allontanate da Me.

Imparate ad unirvi a tutta la Chiesa, durante la santa Messa. È l’insieme dei credenti che viene alla Mia Tavola per riceverMi. Allora Io vi unisco a Me.

Siate umili e raccolti durante la Messa: Io sono in mezzo a voi: riservateMi i vostri sguardi e le vostre parole. Non dimenticateMi chiacchierando o mettendovi in mostra… Io sono lì ad ascoltarvi, a guardarvi per cercare di portare il vostro cuore nel Mio. Imparate a guardarMi.

Durante la santa Eucaristia, Io sono interamente presente fra voi, con il Mio Corpo e il Mio Sangue: accettate di darMi tutto di voi nel momento in cui il risorto viene ad offrirvi la Sua Vita. Prendete il Mio Corpo, prendete il Mio Sangue, avendo coscienza che Mi ricevete in quanto Dio. DateMi il vostro cuore puro, affinché Io Mi ci possa riposare, venendo in voi. Purificate il vostro cuore prima di riceverMi: non venite con un cuore diviso e coperto di peccati, poiché allora Mi offendete crudelmente.

Se vi sono in voi dei peccati, venite a chiederMi perdono attraverso il sacramento che vi ho dato. Ma non venite macchiati…

Con la santa Messa, Io Mi dono a voi ogni giorno se lo volete. Potete ricevere il vostro Dio quotidianamente. E’necessario però che Mi desideriate, poiché il desiderio è amore. Se non Mi desiderate, chiedeteMi il desiderio di Dio ed Io ve lo darò.

Ben pochi conoscono l’importanza della santa Messa: essa è pertanto la salvezza del mondo intero… Comprendete il dono che Io vi ho fatto venendo a voi così…

Mettete in praticate i Miei santi comandamenti e, per metterli in  pratica, venite a riceverMi, poiché è lì tutta la vostra forza. Abbiate fede in Colui che viene a darvi la vita e voi vedrete meraviglie di grazie.

SentiteMi nel vostro cuore durante la santa comunione. Fate silenzio per conoscerMi, per comprenderMi: la grazia penetrerà in voi.

Infine, custoditeMi quando uscite, non dimenticateMi: Io sono in voi. Rimanete a contemplarMi per accogliere le grazie che vi ho concesso. Non  lasciateMi.

Ti benedico, piccola Mia : ti ho formata, perché tu  Mi  ricevessi così. Lascia che Io ti modelli ancora di più perché tu possa sentirMi ancora di più.

Ti benedico. Conserva sempre il cuore puro.

MCC3-26

Mercoledì 8 aprile 1998 – n°26

Gesù Cristo ti detta: ti benedico. Mangia il Mio Pane, piccola, il più sovente possibile. Io sono il nutrimento del tuo cuore, perché tu possa avere la vita. PromettiMi di non rifiutare mai il Mio Pane (eucaristico), poiché è sorgente di ogni grazia. Per te, come per ognuno, Io Mi sono donato interamente, tanto vi amo. Prendi dunque ciò che hai di più caro: il Mio Corpo nella santa Eucaristia.

Ecco che da secoli Io Mi offro sull’ altare, per la remissione dei peccati e il dono della vita eterna. Ogni volta che il sacerdote Mi eleva, Io sono sulla Terra in mezzo a voi. Quale dono più grande avrei potuto farvi…

Il Mio Santo Nome è sulle labbra di tutte le anime del Cielo, e dovrebbe essere così anche sulla Terra. Ma voi non sapete più Chi si offre a voi così nella santa Eucaristia. Non percepite più la Mia Presenza perché non avete fede. Quanto male Mi fate così…

Io vi dono il Mio Corpo per purificarvi, per santificarvi facendovi vivere nella Mia intimità. E voi Mi fate male, molto spesso, poiché non credete alla Mia Presenza, né ai Miei benefici.

Ma Io sono qui, ad attendere che i vostri cuori si aprano. Ma quanti desiderano lasciarMi entrare? Molto pochi. Gli altri Mi accolgono nella santa Eucaristia come un pezzo di pane, un simbolo… Quanto siete lontani dalla Verità.

OffendendoMi così crudelmente, voi allontanate le vostre anime da Me, le allontanate dalla Luce. Aprite dunque gli occhi e tornate all’Amore.

Vi ho amati fino a darMi a voi ogni giorno della vostra esistenza, se lo desiderate. Ma molto spesso non avete nemmeno uno sguardo per Me, mentre Mi ricevete. Dite delle preghiere che nemmeno voi ascoltate e rimanete lontani da Me.

Come può essere che andiate ancora a riceverMi in tali condizioni? Quale motore vi anima se non è l’amore? CredeteMi: sarebbe meglio per voi non riceverMi più, piuttosto che farlo offendendoMi così tanto. Il vostro Gesù non è un simbolo: Egli è presente nella santa Eucaristia e vuole il vostro sguardo, il vostro amore. Lasciate che Io vi illumini e tornate a Me con un cuore puro.

Vi benedico, benedico voi che Mi sapete presente. Benedico coloro che hanno il cuore puro. E ti benedico, bimbetta Mia così tenera.

Sii nella pace.

Gesù Cristo

MCC 5 – 34

Venerdì 29 gennaio 1999 – n. 5 – 34


Gesù Cristo ti detta: Io ti benedico.

Ora ti parlerò di nuovo della Santa Comunione, poiché hai ricevuto domande a questo proposito. Io Sono Santo: ecco perché vi chiedo di riceverMi dalla mano del sacerdote, quando potete, in bocca, dopo esservi inginocchiati.

Ho dato Io stesso il Mio Corpo nella Santa Comunione, in bocca, ai Miei apostoli. Ecco perché voglio venire “direttamente” in voi, dalla mano del sacerdote che agisce in persona Cristi. Non dimenticate che sono Io, il Cristo, che Mi dono a voi attraverso la mano del presbitero. E allora, non rifiutate il “boccone” che vi dono, perché Mi offendete.

Quello che ho fatto così, istituendo la Santa Eucaristia, è santo. Non dovete cambiare ciò che Io ho fatto. Se Mi ricevete in mano, rifiutate che Io vi doni il Mio Corpo come ho fatto per i Miei apostoli, frapponendo la vostra umanità tra Me e il vostro cuore. È un po’ come se una persona venisse ad abbracciarvi e voi le tendeste la mano…

Non dimenticate che sono Santo, che dovete riceverMi santamente, per non ferirMi. Nulla vi impedisce di inginocchiarvi prima di riceverMi: anche questo Io desidero da tutti coloro che vogliono amarMi. Ma non date adito a discussioni su questo argomento. Lo dico ancora: ognuno ascolti il proprio cuore ed Io lo istruirò. Non dimenticate che non vengo mai ad imporre, ma a proporre il Mio Amore.

Non criticate, non giudicate e ascoltate il Mio Cuore. Insegnate ai bambini a riceverMi santamente, vi prego. E poi, siate nella gioia di venire a riceverMi, perché è la Mia Vita che Io vi dono.

E ancora, quando vi è la necessità, potete allora e solo allora dare la Santa Comunione, voi, laici che i Miei ministri scelgono, e portarla ai malati. Vi benedico, voi che ascoltate il Mio Messaggio.

E tu, piccola, fa’ sempre ciò che ti chiedo e così verrò, felice, nel tuo cuore. Metti la pace là dove ci sono le dispute e di’ sempre che l’Amore non si imporrà mai, ma che Egli vi dirà sempre la Verità, indicandovi la retta via.

Ti benedico.

Gesù Cristo

27 Maggio 2020

Il Sacramento della Riconciliazione


Messaggio di Gesù su:, Non classé

Martedì 15 settembre 1998 – n° 4 – 40

   Gesù Cristo ti detta: Io ti benedico.

   Quando fai il bene intorno a te, Io sono felice. Poco importa se sono opere di poco conto, come un sorriso per esempio: benedico tutto quello che Mi offri.

   Restando vicinissima a Me compirai grandi opere, perché ti ho educata per questo. Ti benedirò perché glorifichi il Mio Nome.

   Sii santa, in tutto ciò che fai. Essere santa vuol dire vivere santamente, lontano da ogni peccato volontario. Quando hai peccato, perché hai dei dubbi, per esempio, vieni presto a pentirti nell’oceano della Mia Misericordia, poi riparti purificata e piena della Mia grazia.

   Ricevi il sacramento di riconciliazione una volta al mese, e ancora più sovente per te che custodisco in questo modo. Se è Mio piacere confessarti ogni quindici giorni, è perché Io Mi riposo nel tuo cuore purificato.

   Lascia che ti assolva da ogni peccato attraverso la mano del sacerdote e  Me stesso (per te in particolare): ti faccio la grazia di donarti direttamente questo sacramento3: accoglilo con tutto il cuore come quello che ti dà il tuo padre spirituale.

   Le Mie vie per ognuno sono le migliori che ci siano. Quindi, venite ad offrirMi di fare la Mia volontà e Mi glorificherete: sarete i figli che non Mi abbandonano.

   Ti benedico, anima Mia prediletta. Osa essere sempre in intimità con Me: questa è la Mia felicità.

Gesù Cristo


3 Nota di Françoise: Questo è unicamente per me.

MCC Volume 3 N.114 (In un paragrafo sull’Eucarestia)

Io Mi sono dato per molti, ma voi non avete abbastanza fame di Me. Mi ricevete spesso macchiati dal peccato e senza amore. Osate ritornare a Me, ma dopo essere stati purificati nel sacramento della riconciliazione. Poi venite spesso e siate numerosi. Il Mio Pane è la Vita e dà la vita. Il Mio Pane sono Io, Gesù Cristo, che vengo a colmare i vostri cuori delle Mie grazie.

Ma dovete riceverMi degnamente, purificati. Poiché voi Mi offendete quando, macchiati da cattive azioni, venite ad accostarvi alla Mia Santità. Non lo vorreste nemmeno voi, se vedeste con i Miei Occhi.

Altri riferimenti:

MCC – Volume 1 – N°11.

MCC – Volume 3 –N° 252.

MCC – Volume 4 – N° 39, 40, 64 et 69.

MCC – Volume 6 – N° 4, 135, 139.

26 Maggio 2020

Adorazione Eucaristica


Messaggio di Gesù su:

Sabato 1 ottobre 2005

Gesù Cristo ti detta: ti benedico.

Adorazione Eucaristica

ContemplaMi nel silenzio della tua anima affinché ti possa nutrire profondamente. Sono lì davanti a te, pronto ad appagarti oltre le tue speranze.

Rimani piccolo, sotto il Mio sguardo, così che ti possa abbeverare. Fa’ tacere in te ogni rumore, ogni pensiero inutile, così che ti possa pervadere con la Mia luce d’amore, col mio Spirito Santo.

Impara a contemplarMi dimenticando te stesso: dimenticare te stesso significa volgere lo sguardo verso di Me e lasciare la mente a riposo in modo che il Mio Spirito Santo trovi in ​​te un posto dove posarsi (come si poggia una lampada in un luogo per illuminarlo).

Stai davanti a me con fiducia; Sono Misericordia e ti voglio intimo con Me. Sono colui che ti ama di più. Se taci, se accetti la Mia pace con la fede dei piccoli, sentirai la Mia presenza nel profondo del tuo essere. Ti riparo, ti rifinisco, ti illumino, ti nutro, dandoti di conoscermi e di incontrare la Mia Santa Tenerezza per te.

Se sei pieno di miserie e di peccati, vieni e portameli nel sacramento della riconciliazione: sarai liberato dalle erbacce che ti impediscono di vivere. Osa immergerti nell’oceano della Mia Misericordia: ti stringerò al Mio Sacro Cuore e la tua vita sarà rinnovata.

Spera in Me, guarda verso di Me. Lasciati pervadere dal Mio sguardo d’amore.

AdoraMi, metti la tua vita nelle Mie mani, offriMi il tuo cuore, affidandoti a Maria, Mia Santa Madre che ti presenterà a Me con tutta la sua tenerezza.

Non pensare, non riflettere. Osa tacere, perché sono qui e non “vedo l’ora” di poterti nutrire.

Chiunque tu sia, ti amo follemente. Permettimi di operare in te, attraverso il tuo sì liberamente pronunciato e scelto con amore.

Allora ti visiterò e sarai confortato.

Ti benedico, Io, Gesù Cristo, con tutto il Mio Amore per te che Mi ascolti.

Gesù Cristo

Altri messaggi di Gesù su questo tema:

MCC – Volume 6 – N° 218

MCC – Volume 7 – N° 3 e N° 5

20 Aprile 2018